venerdì 23 ottobre 2020zona 9

Inaugurazione nuovi studi condivisi

Armenia Studio

artisti

Gianluca Brando, Pietro Catarinella, Nicola Facchini, Marco Mendeni, Simone Monsi, Matteo Pizzolante, Matteo Vettorello, Andreas Zampella

INFO

via Filippo Baldinucci, 60 

Dalle 11.00 

sinossi

Il progetto prende il posto di una stamperia industriale all'interno del complesso degli ex-Armenia Films, sarà condiviso da sette artisti che gestiranno: una stanza progetto, un workshop, un corridoio, una cucina.

 

descrizione

Lo studio si inserisce all'interno del complesso degli ex-Armenia Films che nel tempo si è trasformato integrando funzioni artigianali e artistiche. Il progetto prende il posto di una stamperia industriale, sarà condiviso da sette artisti che gestiranno anche una stanza progetto, un workshop, un corridoio, una cucina.

Artisti:

GIANLUCA BRANDO

Gianluca Brando (Maratea, 1990) vive e lavora a Milano. Dopo gli studi nelle Accademie di Belle Arti di Roma e Venezia, ha coltivato le sue ricerche nell’ambito della scultura prima con un soggiorno a Taiwan, dal 2014 al 2017, e in seguito, negli ultimi due anni, attraverso le esperienze di alcuni programmi di residenza artistica: Cripta747 studio programme a Torino, Officine Saffi in residence e VIR Viafarini in residence a Milano. Il suo lavoro è stato recentemente inserito all’interno del progetto Index della Fondazione SoutHeritage di Matera. Attraverso una ricerca artistica intesa come processo di esplorazione dello spazio, il suo lavoro indaga nuove condizioni di possibilità della scultura principalmente mediante la pratica del calco.

PIETRO CATARINELLA

Pietro Catarinella (Roma, 1983), di formazione architetto e fotografo, è un artista attualmente con base a Milano. Nel 2014 porta a compimento il Master in fotografia fine art all’università Central Saint Martins di Londra. Da questo momento decide di dedicarsi al suo nuovo progetto artistico: una ricerca dalla genesi digitale che si interroga sui cambiamenti della realtà e della rappresentazione visiva nell’era di Internet, dei social network e dei new media. Nel 2019 si trasferisce a Milano dopo aver concluso la residenza Vir viafarini-in-residence ed evolve la sua pratica artistica indagando la relazione tra il digitale e lo spazio fisico. Nello stesso anno realizza diverse installazione site-specific tra cui Cave of Forgotten Dreams (Macro, museo d’arte contemporanea di Roma) e Google’s Decalogue (Spazio Gamma, Milano). Il suo lavoro viene selezionato al Lumen Prize di Londra (2017 e 2019), è finalista al Ashurst Emerging Artist Prize (2018) e del Premio Francesco Fabbri (2019) e vincitore del Premio Ora (2019).

NICOLA FACCHINI

Nicola Facchini, sveglia cani che dormono dal 1990. Pittore e scultore di cocci, nel tempo livero si diletta a pelare gatti, spesso emozionato se vede una rondine. Dentista di cavalli regalati. Nato nella città delle ciambelle senza buco anche detti krapten, concentra la sua ricerca in piccole botti e si prende cura una gallina vecchissima. Sta cercando un tesoro con un amico zoppo che gli ha insegnato molte cose. Ama sbagliare con perseveranza.

MARCO MENDENI

Marco Mendeni è un artista visivo e docente, vive e lavora a Milano. La sua ricerca attraverso opere video, performance, installazioni e pittura, esplorando nuove realtà e situazioni generate dalla tecnologia.

SIMONE MONSI

Simone Monsi è un artista che lavora prevalentemente con la scultura. Ha frequentato il Goldsmiths College a Londra e nella sua ricerca indaga la cultura di internet attraverso l’animazione giapponese e sinistre teorie cospirazioniste.

MATTEO PIZZOLANTE

Matteo Pizzolante (Tricase (LE), 1989). Vive a lavora a Milano. Si laurea in Ingegneria nel 2012, e successivamente si iscrive al Biennio di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha partecipato a diverse mostre in Italia ed è il vincitore del progetto Jaguart promosso da Artissima e Jaguar. Tra gli ultimi progetti e partecipazioni ci sono BienNolo 2019, Milano a cura di Matteo Bergamini, Carlo Vanoni e ArtCityLab; Passion for the Path of Art, a cura di Ilaria Bonacossa, Cardi Gallery, Milano; È il corpo che decide, progetto di Marcello Maloberti promosso da Museo del Novecento di Milano e Fondazione Furla; è vincitore del premio Internazionale Vanni Autofocus10 e viene selezionato per il progetto Q-Rated, Ricerche sensibili, promosso da La Quadriennale di Roma.

MATTEO VETTORELLO

Matteo Vettorello (Venezia, 1986) vive e lavora a Milano. Studia Arti Visive presso l’istituto I.U.A.V. di Venezia. Consegue il diploma di secondo livello in pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Partecipa a diverse esposizioni e residenze tra cui Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia (2018); VIR ViaFarini-in-residency, Milano (2019); BJCEM, Biennale Mediterranea 18, Tirana (2017); Art Stays festival, Ptuij (2019). Attraverso la sua ricerca analizza le relazioni che esistono tra l’uomo, l’arte e la scienza, indicando delle questioni che riflettono il disagio di una società vincolata.

 

ANDREAS ZAMPELLA

Andreas Zampella (Salerno 1989) è un artista visivo italiano, attualmente vive e lavora a Milano. Si occupa di pittura, scultura, istallazione. La sua pratica indaga i concetti di realtà e rappresentazione volti a smascherare e ammettere il fallimento della comunicazione nella contemporaneità. 

Armenia Studio

Galleria fotografica

Galleria articoli

Armenia Studio