sabato 24 ottobre 2020zona 2

En Route

Studio Alessandro Zambianchi

artisti

Leeay Aikawa, Dobrosława Nowak, Yan Chao Huang, Imin Tsao, Claudia Sinigaglia

a cura diClaudia Sinigaglia

INFO

via Nicola D'Apulia, 12

Dalle 11.00 alle 22.00

sinossi

Un incontro tra diverse ricerche artistiche, storie personali e collettive che hanno in comune un legame con la città contemporanea.

 

descrizione

Il progetto espositivo invita gli artisti a condividere lo spazio dello studio per il periodo del festival, proponendo un incontro tra diverse ricerche che presentano un legame con la città contemporanea. L’idea di questa collaborazione nasce dalla volontà di creare un’occasione di dialogo in un periodo di mobilità limitata, proponendo una riflessione su storie personali e collettive in cui spazi e territori diventano indistinguibili dall’esperienza che si ha di essi nel corso del tempo.

Nello studio saranno visibili i lavori di Leeay Aikawa, Dobrosława Nowak, Claudia Sinigaglia, Yan Chao Huang e Imin Tsao.

Leeay Aikawa 相川里絵 (1983, Giappone) attualmente vive e lavora a Toronto, è un’artista multidisciplinare la cui ricerca spazia dal collage alla pittura. La sua produzione artistica d’ispirazione pop prende forma intrecciandosi alla moda, al design e alla street art. Per Walk-In Studio presenta dei collage digitali, una riconfigurazione di immagini in una raccolta di nuove composizioni che esplorano la derivazione delle nostre prospettive degli ambienti nel tempo.

Dobrosława Nowak (1987, Polonia) nel suo lavoro indaga i confini tra realtà e irrealtà in termini di percezione. Esplorando fonti soggettive come la memoria individuale e collettiva, oltre che scienze come la psicologia, l’artista esamina i passaggi tra vari livelli della coscienza, puntando ad arrivare al loro esito audiovisuale.

Yan Chao Huang 黃彥超 (1985, Taiwan) è stato nominato per numerosi importanti premi d'arte a Taiwan, incluso il Kaohsiung Art Prize. Dal 2018 dirige “Sensorchaoart" uno studio collettivo di artisti e spazio artistico indipendente a Taipei. Per Walk-In Studio presenta un’installazione sonora creata a partire da alcune interviste realizzate ai drivers di Uber Eats a Taipei. L’opera pensa l'interfaccia virtuale digitale e la distanza in tempo reale come un'attività di disegno. Partendo dal percorso tracciato su Google Maps, l’artista si interroga sull'attività di ordinazione e consegna di cibo online, nonché sulla connessione tra piattaforma di servizio e dipendente. Il lavoro fa parte di un progetto che è stato esposto al MOCA di Taipei ed è realizzato in collaborazione con Imin Tsao.

Imin Tsao 曹益銘 (1984, Taiwan) vive e lavora a Taipei. La sua sperimentazione artistica, attraverso performance, sound art e video, si focalizza sulle diverse forme e i diversi aspetti del movimento, mantenendo un costante primo piano su ciò che tende ad essere mobile e in trasformazione, esplorando l'impossibilità di vivere in un semplice stato d’animo.

Claudia Sinigaglia (1985, Italia) vive e lavora a Milano. La sua ricerca indaga la geografia dello spazio vissuto riflettendo sullo sviluppo di pattern in relazione allo spazio urbano, all’architettura, alle necessità e alle abitudini contemporanee.

Ad ospitare le opere, lo studio fotografico di Alessandro Zambianchi che dal 1994 si occupa di documentazione fotografica di opere d’arte di artisti nazionali ed internazionali.

Lo studio riceve durante gli altri giorni del festival su appuntamento. 

Studio Alessandro Zambianchi

Galleria fotografica

Galleria articoli

Studio Alessandro Zambianchi