Errare Humanum Est

di Andrea Elia Zanini

Errare humanum est

mercoledì 21 ottobre 2020

Zone: 5 - Vigentino, Chiaravalle, Gratosoglio

 

Errare Humanum Est  è la collettiva curata da Manfredo Fanti in occasione di Walk in Studio. Vede la partecipazione di Rossana Baroni, Manfredo Fanti e Aky Vetere. Il progetto nasce dalla volontà di stabilire un dialogo tra le opere dei tre artisti, cercando e sviluppando un intreccio tra lavori preesistenti che trovino nel dialogo il loro completamento, o un orizzonte che apra a una nuova lettura. 
Allitterazioni visive che si affiancano l’una all’altra, generando un sottile filo di giuntura tra i lavori dei tre artisti. Il legame, che prima di essere artistico, è intimo e personale, è reso visibile e tangibile da 18 trittici, composti da disegni, poesie e fotografie, affiancate in una perseverante (non diabolica) ricerca di comunione. Su tutto spicca l’attenzione per la natura, che sembra essere il soggetto privilegiato dai tre artisti, in una continua ricerca di conciliazione con la stessa. “Nel piccolo la riuscita”, così mi racconta il lavoro Manfredo Fanti, con cui ho avuto l’occasione e il piacere di parlare, verso tratto dal Libro dei Mutamenti, lo Zhou Yi (X sec. a. C.) , uno dei più importanti e antichi testi classici cinesi, e che è forse la chiave di lettura della mostra. Una ricerca semplice, mirata, quasi minimalista, ma allo stesso tempo profonda e densa di significato. La mostra è condensata in un libro d’artista, concepito ad hoc, che raccoglie i 18 trittici esposti.